Premio Letterario Zeno - Edizione 2020

copertina

La VIII edizione del Premio Letterario Zeno ha avuto come giurato d'onore Andrea Tarabbia (Mondadori, Bollati Boringhieri, Transeuropa, Aracne, Il Saggiatore); è stata coordinata da Emanuele Bukne (Edizioni Esi, Jota Project) e da Antonio Russo De Vivo (Crapula Club, Jota Project) e composta da Giuseppe Feola (ricercatore Scuola Normale Superiore di Pisa), Silvana Perotti, Paolo Casadio, Luigi Esposito Giardino, Renato Nicassio (vincitori delle precedenti edizioni, Sezione Romanzi), Valeria Ongaro, Maddalena Fingerle, Maria Scerrato, Placido Di Stefano, Carlo Nello Ceccarelli, Maurizio Minetto, Angela Flori (vincitori delle precedenti edizioni, Sezione Racconti), Marco Maffei, Elvira Manco, Sergio Pasquandrea, Luigi Ianzano, Fernando Della Posta (vincitori delle precedenti edizioni, Sezione Poesia), Marcello Greco, Luigi Di Carluccio. Hanno collaborato inoltre all'edizione 2020: Davide Toffoli, Liliana Capone, Federica Capoduri, Mario Aliprandi, Daiana Ongari, Nilla Patrizia Licciardo, Lucia Zago, Cecile Tombolini.

Il Giurato d'Onore

Andrea Tarabbia

Nato a Saronno, ha pubblicato i romanzi La calligrafia come arte della guerra (Transeuropa), Marialuce (Zona) e Il demone a Beslan (Mondadori), il saggio Indagine sulle forme possibili (Aracne). Nel 2012 ha curato e tradotto Diavoleide di Michail Bulgakov per Voland ed è uscito Il cimitero degli anarchici (Franco Angeli), un libriccino scritto per l’Archivio di Stato di Regione Lombardia. Nel 2014 ha pubblicato per Manni un reportage, a metà tra il saggio e l’autofiction, sull’eutanasia: si intitola La buona morte. Nel 2015 è uscito il romanzo Il giardino delle mosche (Ponte alle Grazie), premio Selezione Campiello l’anno successivo; nel 2018, per NN editore, ho scritto Il peso del legno, un saggio narrativo con tema la croce. Il suo libro più recente si intitola Madrigale senza suono (Bollati Boringhieri) con cui nel 2019 ha vinto la 57esima edizione del Premio Campiello.

Vive a Bologna con la moglie e i suoi due figli.

Vincitori e Finalisti

Sezione A: Romanzi Editi

Marco Scarlatti
Giovani come la notte (MdS Editore, 2019)
guarda la motivazione:
David Parri
Nelle zone temperate (Stampa Alternativa, 2017)
guarda la motivazione:
Alessandro Caparesi
Abiografia autorizzata del porco Maestro Ivo Tintobrassetti (1959/2062) a cinquant'anni dalla scomparsa (Robin Edizioni, 2020)
guarda la motivazione:

Sezione B: Romanzi Inediti

Michele Frisia
Avere un piano
guarda la motivazione:
Lia Maselli
Il lungo contagio
guarda la motivazione:
Ermanno Fugagnoli
Il passaggio stretto
guarda la motivazione:

Sezione C: Racconti Lunghi

Leandro Lucchetti
Il negazionista
guarda la motivazione:
Stefania Maruelli
Il diario di Adele
guarda la motivazione:
Désirée Carruba Toscano
Sana
guarda la motivazione:

Sezione D: Racconti Brevi

Valeria Micale
Una casalinga perfetta
guarda la motivazione:
Marco Angelini
Ventitré anni
guarda la motivazione:
Sara Mazzini
Dead World Walking
guarda la motivazione:

Sezione E: Poesia

Valentina Cottini
Essermi maggio
Edoardo Piazza
Gusci
Francesco Aprile
Canto per orchestra e sollevazione. Composizione 1

SEDI E RECAPITI

via dei Tessitori 3
40123-Bologna
(Indirizzo Di Spedizione)
via XX settembre, 23
84091-Battipaglia
SOCIAL