Premio Letterario Zeno - Edizione 2023

copertina

Benvenuti su Zeno, progetto legato all’Associazione omonima, volta a promuovere la lettura, la scrittura e la cultura in generale.

Primo obiettivo del progetto è quello di estendere un concorso letterario di prosa e poesia edita e inedita.

Il Premio ha già avuto tra i giurati Simona Vinci (autrice per Einaudi, Rizzoli e vincitrice del Premio Campiello 2016), Aldo Nove (scrittore e poeta che ha pubblicato per Castelvecchi, Einaudi, Laterza, Bompiani), Diego De Silva (giornalista, sceneggiatore e scrittore presso Einaudi, Mondadori, Rizzoli), Giuseppe Culicchia (scrittore, traduttore e saggista presso Einaudi, Mondadori, Feltrinelli, Rizzoli, Laterza, Garzanti), Emidio Clementi (Rizzoli, Laterza, Playground, Fazi, DeriveApprodi), Andrea Tarabbia (scrittore per Mondadori, Bollati Boringhieri, Transeuropa, Aracne, Il Saggiatore e vincitore del Premio Campiello 2019), Carola Susani (Feltrinelli, Minimum Fax, Giunti, Gaffi).

Giurato d'onore dell'edizione 2023 sarà Davide Orecchio, autore per Bompiani, minimum fax, Gaffi, il Saggiatore.

La giuria della X edizione del Premio Letterario Zeno coordinata da Emanuele Bukne (Edizioni Esi, Jota Project) e da Antonio Russo De Vivo (Crapula Club, Jota Project) e composta da Giulia Caminito (Giunti, Bompiani), Giuseppe Feola (ricercatore Scuola Normale Superiore di Pisa), Paolo Casadio, Luigi Esposito Giardino, Renato Nicassio, Marco Scarlatti, Michele Frisia, Natalia Guerrieri, Luigia Bencivenga (vincitori delle precedenti edizioni, Sezione Romanzi), Carlo Nello Ceccarelli, Angela Flori, Leandro Lucchetti, Valeria Micale, Livio Milanesio, Alessandra Serena Cappelletti (vincitori delle precedenti edizioni, Sezione Racconti), Marco Maffei, Sergio Pasquandrea, Luigi Ianzano, Fernando Della Posta, Valentina Cottini, Barbara Grubissa (vincitori delle precedenti edizioni, Sezione Poesia), Marcello Greco, Luigi Di Carluccio (Jota Project), oltre che da scrittori e giornalisti, assegnerà i premi, a suo insindacabile giudizio, alle opere ritenute meritevoli.

Il Giurato d'Onore

Davide Orecchio

È nato nel 1969 a Roma, dove vive e lavora. Il suo ultimo romanzo è Storia aperta (Bompiani 2021). Sempre del 2021 è L’isola di Kalief  (Orecchio Acerbo). Nel 2019 ha pubblicato il romanzo Il regno dei fossili  (il Saggiatore); del 2017 sono le storie e racconti sulla rivoluzione russa intitolate  Mio padre la rivoluzione (minimum fax), classificatosi nel 2018 nella cinquina del Premio Campiello-Selezione giuria dei Letterati e finalista al Premio Napoli e al Premio Bergamo. Nel 2012 ha pubblicato Città distrutte. Sei biografie infedeli (Gaffi) rieditato nel 2018 da il Saggiatore, una raccolta di racconti che ha vinto il premio SuperMondello e Mondello Opera Italiana 2012, il premio Volponi 2012 ed è arrivata finalista al premio Napoli 2012. Del 2014 è il romanzo:  Stati di grazia, finalista al Premio Bergamo. Suoi articoli, racconti e saggi sono usciti su varie riviste.

Vincitori e Finalisti

Edizione in corso, torna su questa pagina a partire dal 01/01/2023 per scoprire i nomi dei vincitori e finalisti.

SEDI E RECAPITI

via XX settembre, 23
84091 - Battipaglia
(Indirizzo Di Spedizione)
via XX settembre, 23
84091 - Battipaglia
SOCIAL